Tendinite Del Bicipite

Untitled-1La tendinite del bicipite, chiamata anche tendinite bicipitale , è una infiammazione del tendine principale che collega la parte superiore del muscolo bicipite alla spalla . La causa più comune è l’uso eccessivo collegato ad alcuni tipi di lavoro o di attività sportive . La tendinite del bicipite può svilupparsi gradualmente come l’ effetto di una usura , oppure improvvisamente da un danno diretto . Il tendine può anche infiammarsi in risposta ad altri problemi alla spalla , come la rottura della cuffia dei rotatori , l’ impingement , oppure l’instabilità.

Questa guida vi aiuterà a capire

  • Quali parti della spalla sono influenzate
  • le cause della tendinite del bicipite
  • modi per trattare questo problema
  • anatomia

Quali parti della spalla sono interessate?

Il muscolo bicipite va dalla spalla al gomito percorrendo la parte anteriore del braccio . Due tendini separati ( i tendini  connettono i muscoli alle ossa ) collegano la parte superiore del muscolo bicipite alla spalla . I due tendini superiori del bicipite sono chiamati  tendini prossimale, perché sono più vicini alla parte superiore del braccio .

Il principale tendine prossimale è il capo lungo del bicipite. Collega il muscolo bicipite alla parte superiore della cavità glenoidea. Esso inoltre si fonde con il bordo della cartilagine intorno alla glena, il labbro. Il labbro è un orletto di tessuto molle che trasforma la superficie piana della glenoide in una superficie più profonda. Questa disposizione migliora l’articolazione della testa omerale con la glena.
Cominciando dalla parte superiore della glenoide, il tendine del capo lungo del bicipite passa davanti della testa omerale. Il tendine passa all’interno del solco bicipitale dell’omero ed è tenuto in posizione dal legamento trasverso omerale. Questa disposizione non permette alla testa omerale di scivolare troppo in alto o in avanti all’interno della glena.
Untitled-2

Il capo breve del bicipite si inserisce sulla scapola. Il processo coracoideo è un piccola prominenza ossea situata nella parte anteriore della spalla. Il tendine inferiore del bicipite è chiamato tendine distale del bicipite. La parola distale significa che il tendine è più in basso nel braccio. La parte inferiore del muscolo bicipite si connette al gomito attraverso questo tendine . I muscoli che formano i capi breve e lungo  del bicipite rimangono separati fino appena sopra il gomito , a livello del quale si uniscono e si connettono al tendine distale .

I tendini sono costituiti da filamenti di un materiale chiamato collagene. I filamenti di collagene sono allineati in fasci uno accanto all’altro . Poiché i filamenti di collagene nei tendini sono allineati , essi hanno un’elevata resistenza alla trazione . Questo significa che possono resistere a forze elevate che fanno leva su entrambe le estremità del tendine . Quando i muscoli lavorano , tirano su una sola estremità del tendine . L’ altra estremità del tendine tira sull’osso , permettendo all’osso di muoversi .

Contrarre il muscolo bicipite può piegare il gomito verso l’alto. Il bicipite può anche aiutare a flettere la spalla , sollevando il braccio, un movimento chiamato flessione. E il muscolo può ruotare  l’ avambraccio in modo che punti il palmo della mano . Questo movimento si chiama supinazione , e posiziona la mano come se si fosse in possesso di un vassoio .

Cause

Perché è il mio tendine del bicipite si infiamma?

Azioni continue o ripetute possono causare una eccessiva usura del tendine del bicipite  Le cellule danneggiate all’interno del tendine non hanno il tempo per recuperare. Le cellule non sono in grado di riparare se stesse , portando alla tendinite . Questo è comune nelle attività sportive o di lavoro che richiedono l’uso frequente e ripetuto del braccio , specialmente quando i movimenti del braccio vengono eseguite sopra la testa . Gli atleti che fanno sport di lancio , nuotano sono a maggior rischio .

Anni di usura della spalla possono causare una infiammazione del bicipite. L’esame dei tessuti in questi casi comunemente mostra segni di degenerazione. La degenerazione in un tendine provoca una perdita della normale disposizione delle fibre collagene che si uniscono per formare il tendine. Alcuni dei singoli filamenti di tendine diventano disordinati a causa della degenerazione, altre fibre si rompono, e il tendine perde forza. Quando questo accade nel tendine bicipite, può verificarsi infiammazione, o addirittura la rottura del tendine.

La tendinite può verificarsi per una lesione diretta, come una caduta sulla parte superiore della spalla. Una rottura del legamento trasverso omerale può portare a tendinite. Come accennato in precedenza, il legamento omerale trasverso mantiene il tendine del bicipite nel solco bicipitale vicino alla parte superiore dell’omero. Se questo legamentosi rompe, il tendine del bicipite è libero di scivolare fuori dalla scanalatura, irritandosi e, infine, infiammandosi.

La tendinite bicipitale a volte si verifica in risposta ad altri problemi alla spalla, tra cui

  • lesioni della cuffia dei rotatori
  • spalla impingement
  • instabilità di spalla
  • Lesioni della cuffia dei rotatori

Gli adulti con lesioni della cuffia dei rotatori comunemente vanno incontro a una tendinite. Quando la cuffia dei rotatori è rotta, la testa omerale è libera di muoversi troppo in alto e in avanti nella glena e questo può influenzare il tendine del bicipite. Il danno può iniziare a indebolire il tendine del bicipite e causare infiammazione.

  • Impingement della spallaUntitled-3Nell’impingement , i tessuti molli tra la testa omerale e la parte superiore della scapola ( acromion ) vengano schiacciati durante alcuni movimenti del braccio .
  • Instabilità di spalla

Condizioni che permettono il movimento eccessivo della testa omerale all’interno della glena creano instabilità di spalla . Quando escursioni estreme della spalla si ripetono frequentemente , come ad esempio con il lancio o il nuoto , i tessuti molli che sostengono la testa e la glena possono stressarsi.

Il labbro ( il cerchio cartilagine che aumenta la profondità della glena ) può iniziare a staccarsi dalla sua sede. Una lussazione della spalla può anche causare una rottura  del labbro. Quando il labbro è strappato, la testa omerale può iniziare a scivolare su e in avanti all’interno della glena . Il movimento può danneggiare il vicino tendine bicipitale, portando a secondaria tendinite .

Sintomi

Che cosa si prova con una tendinite bicipitale?

Untitled-4

I pazienti generalmente riferiscono la sensazione di un dolore profondo direttamente nella parte anteriore e superiore della spalla. Il dolore può diffondersi giù nella parte principale del muscolo bicipite. Il dolore di solito è aggravato con le attività quotidiane. Mettere a riposo la spalla in genere allevia il dolore.

Il braccio può sentirsi debole durante i tentativi di piegare il gomito o quando si torce l’avambraccio in supinazione (palmo verso l’alto). Una sensazione di cattura o scivolamento avvertita vicino alla parte superiore del muscolo bicipite può suggerire una lesione del legamento trasverso omerale.

Diagnosi

Come può il mio medico essere sicuro che abbia una tendinite del bicipite?

Il medico in primo luogo raccoglie una dettagliata anamnesi. È necessario rispondere a domande sulla tua spalla , se si sente dolore o debolezza , e come questo sta influenzando le vostre attività quotidiane. Ti verrà anche chiesto di dolore o lesioni alla spalla passate.

L’esame fisico è spesso molto utile nella diagnosi di tendinite del bicipite. Il medico può posizionare il braccio per vedere quali movimenti sono dolorosi o deboli. L’articolarità del braccio viene misurata. Palpando il tendine del bicipite, il medico può capire se esso è dolente.

Test specifici sono effettuati per vedere se le strutture vicine stanno causando problemi, come ad esempio una lesione del labbro o del legamento omerale trasverso. Il medico controlla la spalla per valutare la presenza di  conflitto, instabilità o alterazioni della cuffia dei rotatori.

 I raggi X non sono generalmente necessari. Essi possono essere prescritti se la spalla non è migliorata dopo il trattamento. Una radiografia può mostrare se ci sono speroni ossei o depositi di calcio vicino al tendine. I raggi X possono anche mostrare se ci sono altri problemi, come una frattura . Le radiografie non mostrano tessuti molli come i tendini e non mostreranno una tendinite del bicipite.

Quando la spalla non risponde al trattamento, una Risonanza magnetica può anche essere prescritta. La risonanza magnetica è un esame di imaging speciale che utilizza le onde magnetiche per creare immagini della spalla a scansioni. Questo esame può mostrare anche eventuali problemi nella cuffia dei rotatori o nel cercine .

L’artroscopia è un metodo invasivo per valutare il dolore alla spalla che si cronicizza . Non viene utilizzato per valutare la tendinite bicipitale. Esso può essere utilizzato per problemi di spalla che non sono stati diagnosticati in una radiografia o risonanza magnetica. Il chirurgo utilizza un artroscopio per vedere all’interno dell’articolazione. L’artroscopio è un sottile strumento che ha una piccola telecamera alla fine. Può mostrare se ci sono problemi a carico della cuffia dei rotatori, del labbro, o della porzione del tendine del bicipite che è all’interno dell’articolazione della spalla .

Trattamento

Quali opzioni di trattamento sono disponibili ?

  • Trattamento non chirurgico

Quando possibile, i medici trattano la tendinite senza intervento chirurgico . Il trattamento di solito inizia con il riposo della spalla dolorante . Lo sport o attività che ha portato il problema sono evitati. Mettere a riposo la spalla allevia il dolore e placa l’infiammazione.

I Farmaci antinfiammatori possono essere prescritti per alleviare il dolore e per aiutare i pazienti a tornare alla normale attività. Questi farmaci comprendono farmaci comuni come l’ibuprofene .

I medici possono far lavorare i loro pazienti con un fisioterapista.I terapisti applicano trattamenti per ridurre il dolore e l’infiammazione. Quando presenti , vengono affrontate anche le condizioni che causano la tendinite. Ad esempio, l’impingement può richiedere trattamenti manuali specializzati, insieme con il rafforzamento della cuffia dei rotatori e dei muscoli della scapola. Trattare la causa principale di norma permette di sbarazzarsi della tendinite bicipitale. Quando necessario, i terapisti valutano anche il modo di fare il vostro lavoro o l’attività sportiva per ridurre i problemi di un uso eccessivo.

In rari casi, una iniezione di cortisone può essere utilizzata per tentare di controllare il dolore. Il cortisone è un potente steroide. Tuttavia, il cortisone è usato con molta parsimonia perché può indebolire il tendine del bicipite, e causare la rottura.

  • Chirurgia

I pazienti che stanno migliorando con i trattamenti conservativi in genere non richiedono un intervento chirurgico . La chirurgia può essere raccomandata se il problema non va via o se ci sono altri problemi alla spalla.

Untitled-5
L’intervento più comune per la tendinite bicipitale è l’acromioplastica, soprattutto quando il problema di fondo è l’impingement. Questa procedura comporta la rimozione della porzione anteriore dell’acromion, la sporgenza ossea della scapola. Rimuovendo una piccola porzione dell’acromion, si crea più spazio tra l’acromion e la testa omerale . Questo riduce la pressione sui tessuti molli, tra cui il tendine del bicipite.

L’acromioplastica di solito è effettuata attraverso una incisione di due pollici sopra l’articolazione della spalla . In alcuni casi , la chirurgia può essere effettuata in artroscopia .

Untitled-6

Oggi, l’acromioplastica di solito è effettuata con un artroscopia. Un artroscopio è uno strumento sottile con una minuscola telecamera sull’estremità. Permette al chirurgo di lavorare nell’articolazione attraverso una piccola incisione. Ciò può provocare meno danni ai tessuti sani che circondano l’articolazione, e quindi portare a una più rapida guarigione e recupero.

Per eseguire l’acromioplastica utilizzando l’artroscopia, diverse piccole incisioni sono fatte per inserire l’artroscopio e gli strumenti necessari per completare la procedura. Dette incisioni sono piccole, di solito di circa un quarto di pollice. Può essere necessario effettuare tre o quattro incisioni intorno alla spalla per permettere all’ artroscopio di essere spostato in posizioni diverse per valutare tutte le diverse aree della spalla.

Un piccolo tubo di plastica o metallo  viene inserito nella spalla e collegato ad una speciale pompa. Un altro piccolo tubo consente al fluido di essere rimosso dall’articolazione. Questa pompa riempie continuamente l’articolazione della spalla con soluzione salina sterile. Questo costante flusso di fluido attraverso l’articolazione gonfia l’articolazione e lava il sangue e i detriti.

Ci sono molti piccoli strumenti che sono stati appositamente progettati per eseguire un intervento chirurgico nell’articolazione. Alcuni di questi strumenti sono utilizzati per rimuovere il tessuto lacerato e degenerato . Alcuni di questi strumenti portano via pezzetti di tessuto. Altri sono progettati per livellare il tessuto osseo. Questi strumenti sono utilizzati per rimuovere eventuali speroni ossei che sfregano sui tendini della spalla e per lisciare la superficie inferiore dell’acromion.

Se necessario, l’ acromioplastica può anche essere eseguita utilizzando il più vecchio metodo a cielo aperto. Il metodo aperto richiede una piccola incisione sulla cute sopra la spalla.

Lavorando attraverso l’incisione, il chirurgo individua il muscolo deltoide sulla parte esterna della spalla. Sezionando anteriormente questo muscolo si dà al chirurgo una migliore visione dell’ acromion. Alcuni chirurghi staccano il muscolo deltoide nella zona in cui si inserisce sulla parte anteriore dell’ acromion.

La borsa che si trova appena sotto l’acromion viene rimossa. Successivamente, uno strumento chirurgico viene usato per tagliare una piccola porzione della parte anteriore dell’ acromion. Il legamento coracoacromiale può essere rimosso.

Il chirurgo livella la superficie inferiore dell’acromion per rimuovere eventuali speroni ossei. Successivamente, una serie di piccole perforazioni sono effettuate sull’acromion rimanente. Questi fori sono utilizzati per reinserire il muscolo deltoide.

Il chirurgo ispeziona i muscoli della cuffia dei rotatori, per vedere se sono presenti rotture. Infine, l’estremità libera del muscolo deltoide viene suturata sull’acromion utilizzando i fori fatti in precedenza.

Se il tendine del bicipite è gravemente degenerato, il chirurgo può eseguire una tenodesi (descritta di seguito ) del bicipite. Il chirurgo completa la procedura chiudendo l’incisione con suture.

Tenodesi del bicpite

La tenodesi è un metodo di reinserzione dell’estremità superiore del tendine del bicipite in una nuova posizione. Gli studi dimostrano che i risultati a lungo termine di questo tipo di intervento chirurgico non sono soddisfacenti per i pazienti con tendinite del bicipite. Tuttavia, può essere necessaria la tenodesi quando il tendine del bicipite è gravemente degenerato o quando è necessaria la ricostruzione della spalla per altri problemi .

Un modo comune per eseguire questa chirurgia è chiamata la tecnica “serratura”. La serratura descrive la forma di un piccolo foro fatto dal chirurgo nel dell’omero. L’estremità del tendine è introdotto all’inizio della serratura e tirato giù per ancorarlo in posizione.

Untitled-7
Questo intervento può essere fatto utilizzando l’artroscopia. La procedura di tenodesi è solitamente combinata con altre procedure, come quelli discussi sopra. Se così, il chirurgo utilizzerà l’artroscopia per fare la procedura di tenodesi. Il vantaggio di utilizzare l’artroscopia è che meno tessuto normale è danneggiato. Ciò può causare una più rapida guarigione e recupero.

Se la procedura viene eseguita utilizzando il metodo a cielo aperto, il chirurgo inizia facendo un’incisione sulla parte anteriore della spalla, appena sopra l’ascella. I muscoli sovrastanti sono separati in modo che il chirurgo possa localizzare l’inizio del tendine del bicipite. L’ estremità del tendine del bicipite viene rimosso dalla sua inserzione nella parte superiore della glenoide . Il tendine si prepara tagliando il tessuto sfilacciato e degenerato.

Il legamento omerale trasverso viene sezionato, esponendo il solco bicipitale . Un’incisione è fatta lungo il pavimento della doccia bicipitale . Il sanguinamento dalla incisione diventa tessuto cicatriziale che aiuterà ad ancorare il tendine riparato.

Una bava è utilizzata per formare una cavità a forma di serratura all’interno del solco bicipitale. La parte superiore della cavità è rotonda. La parte inferiore corrisponde al buco della serratura. Essa è fatta della stessa larghezza del tendine bicipitale.

Il chirurgo tira l’estremità superiore del tendine in una palla. Il gomito viene piegato, eliminando la tensione muscolare e del tendine. Il chirurgo spinge la sfera tendine nella parte superiore della serratura. Come il gomito viene gradualmente raddrizzato, la palla viene tirata nello slot stretta nella estremità inferiore della serratura .

 

Riabilitazione

Cosa devo aspettarmi dopo il trattamento ?

  • La riabilitazione non chirurgica

È necessario evitare l’attività pesante per tre o quattro settimane . Come il dolore si risolve, si può iniziare a svolgere le attività quotidiane.

Il medico può prescrivere un programma di riabilitazione attentamente effettuato sotto la supervisione di un fisioterapista. Ciò potrebbe comportare 4-6 settimane di terapia. Dapprima, i trattamenti sono finalizzati a calmare l’infiammazione e a migliorare il range di movimento della spalla . Come i sintomi diminuiscono, esercizi specifici sono utilizzati per rinforzare il muscolo bicipite, così come la cuffia dei rotatori e i muscoli scapolari. Agli atleti che svolgono attvità “overhead“ verranno mostrati i modi per riprendere in sicurezza il loro sport .

  • Dopo l’intervento chirurgico

Alcuni chirurghi preferiscono che i loro pazienti inizino un programma di riabilitazione  dolce  permettendo il movimento subito dopo l’intervento chirurgico. Quando si inizia la terapia, le prime sessioni possono comportare trattamenti di crioterapia e stimolazione elettrice per aiutare a controllare il dolore e il gonfiore della chirurgia. Il tuo terapeuta può utilizzare anche massaggi e altri tipi di trattamenti manuali per alleviare spasmi muscolari e dolore.

Saranno gradualmente iniziare esercizi per migliorare la circolazione dell’avambraccio, di gomito e spalla. È necessario fare attenzione per evitare di fare troppo e troppo in fretta.

Gli esercizi più pesanti per il muscolo bicipite sono evitati per un periodo che va da due a quattro settimane dopo l’intervento. Il tuo terapeuta può iniziare con leggeri esercizi di rinforzo isometrico. Questi esercizi permettono al muscolo bicipite di lavorare senza affaticare il tendine e comprometterne la guarigione.

Dopo due-quattro settimane, si inizia a fare il rafforzamento più attivo. Andando avanti, il vostro terapeuta vi insegnerà esercizi per rafforzare e stabilizzare i muscoli e le articolazioni del gomito e della spalla. Altri esercizi faranno lavorare il braccio in modi che sono simili alle vostre attività di lavoro quotidiano e sportive. Il vostro terapista vi aiuterà a trovare il modo di fare le attività che non mettono troppo sotto stress la vostra spalla .

Si può richiedere la terapia per sei-otto settimane. Ci vorranno comunque generalmente tre o quattro mesi per iniziare, in sicurezza, a svolgere attività di notevole sforzo e impegno muscalare per il bicipite. Prima che la vostra sessione di terapia finisca, il terapeuta vi insegnerà una serie di modi per evitare problemi futuri.

  LINK ESTERNI

 Untitled-8Untitled-9

 

 

 

Untitled-10Untitled-11

 

 


Untitled-12

Lesione di cuffia
Bookmark the permalink.

Comments are closed.